Salta al contenuto

Contenuto

Saranno 32 i giocatori nel Tabellone Principale del singolo, 6 di questi arriveranno dalle qualificazioni, con il torneo di doppio prevede invece un “Main Drwa” di 16 coppie.

Le partite del “Modena Challenger” inizieranno domenica 25 giugno con il tabellone delle qualificazioni. Il tabellone principale scatterà martedì pomeriggio, mentre il doppio nella giornata di mercoledì. Gli incontri avranno inizio alle ore 10 del mattino. Ogni giorno sono programmati due incontri serali, con orario definito, sui campi principali della Meridiana: il primo alle 19, il secondo alle 21.30. Le finali, di singolo e doppio, si giocheranno sabato 1° luglio (orario da definire).

Come ogni anno, anche in questa edizione l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere alle partite del “Modena Challenger, 39° Memorial Eugenio Fontana, 1° Trofeo Assoservizi”.

Tra le novità dell’edizione 2023, la possibilità di vedere tutte le partite del torneo in diretta streaming su www.atptour.com e “l’esordio” del rilevatore di velocità della battuta. Tutte le informazioni sul torneo saranno live su www.clublameridiana.it

Il Memorial Eugenio Fontana nasce nel 1982 come torneo internazionale giovanile under 16, intitolato a Eugenio Fontana che proprio 40anni fa fondò il Club di Via Fiori a Casinalbo. Nel corso degli anni il torneo si è evoluto: nel 1989 ottiene la validità per la classifica mondiale ATP, mentre nel 1995 la manifestazione diventa una competizione femminile internazionale di singolo e doppio. Nell’edizione del 2005 (torneo WTA da 140mila dollari di montepremi) scendono in campo tenniste del calibro di Flavia Pennetta, Francesca Schiavone e Roberta Vinci. 

Nel 2006 il torneo diventa maschile ed entra nel circuito internazionale degli ITF Futures. Alla Meridiana giocano tante promesse del tennis mondiale, tra gli altri l’ucraino Alexandr Dolgopolov (numero 12 del ranking ATP), il bulgaro Grigor Dimitrov (oggi numero 33 del Mondo con un “best rangking” da numero 3 assoluto) o il serbo Dusan Lajovic. Nell’edizione del 2013 al “Fontana” si sono sfidati in finale due giovani promesse del tennis mondiale: l'italiano Marco Cecchinato e l'austriaco Dominic Thiem. Pochi anni dopo, nel 2018, lo stesso match ha deciso la finale del Roland Garros. E se a Formigine la vittoria era andata all’italiano, al Parigi ad avere la meglio era stato l’austriaco.

L’edizione 2021 è stata vinta dall’italo-argentino Franco Agamenone che in finale ha battuto il sanremese Matteo Arnaldi che alla Meridiana si è “svelato” al come uno dei talenti emergenti del tennis italiano: oggi Arnaldi è già entrato nel top 100 Mondiale.

L’anno scorso il successo è andato invece al francese Valentin Royer sul cesenate Francesco Fort.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Area amministrazione generale e servizi alla città

Via Unità d'Italia, 26

41043 Formigine

Ultimo aggiornamento: 20-02-2024, 11:02