Accessibilità

Il 2 aprile inaugura l’Officina della Memoria

Presso la Polisportiva formiginese, un luogo d’incontro per persone con disturbi di memoria

Si terrà sabato 2 aprile alle ore 10, presso la Polisportiva Formiginese (via Caduti di Superga), l’inaugurazione dell’Officina della Memoria, un luogo di incontro che accoglie persone con disturbi di memoria lievi o moderati e i loro famigliari.

Il “meeting center” è un intervento che nasce all’interno di un progetto a respiro internazionale, e dimostra come i disturbi cognitivi e le demenze si possano prevenire attraverso la stimolazione cognitiva, la socializzazione e l’attività motoria.

All’interno dei meeting center si svolgono attività strutturate di riattivazione quali, ad esempio, la stimolazione cognitiva, reminiscenza, attività psicomotorie, attività significative per la persona (musica, canto, danza, attività occupazionali), attività orientate al mantenimento e ristabilimento dell’equilibrio emotivo, attività orientate al mantenimento delle relazioni sociali e all’inclusione. 

È un luogo destinato, in particolar modo, a persone che presentano i primi disturbi di memoria e ai loro famigliari che presso il centro potranno trovare informazioni, supporto e orientamento ai servizi. 

“Officina della Memoria” è il nome scelto per il meeting center distrettuale, che avrà sede a Formigine, presso la Polisportiva, nato grazie all’impegno, progettuale e gestionale, di diverse realtà istituzionali, private e del mondo del volontariato.

In particolare, l’Unione dei Comuni Distretto Ceramico, il Comune di Formigine e l’Az. USL – Distretto di Sassuolo ne hanno promosso, nell’ambito della programmazione sociale di zona, la progettazione e la realizzazione. 

L’Istituzione dei Servizi alla Persona dell’Unione dei Comuni, già gestore della Casa Residenza Anziani e del Centro Diurno “Opera Pia Castiglioni”, è il capofila referente del progetto, ideato “a più mani” grazie al prezioso contributo di alcune associazioni di volontariato locali, partner del progetto, quali Ass.S.De (Associazione Sostegno Demenze), Università Popolare, Caritas, Polisportiva, Solaris, Albero della Vita.

Le attività, realizzate dai volontari e sostenute da professionisti socio sanitari (psicologa, terapista occupazionale, operatore socio-assistenziale) saranno fruibili per 3 volte alla settimana (il Martedì dalle 15 alle 17; Mercoledì e Giovedì dalle 9 alle 12.30) e saranno finalizzate a promuovere il benessere, l’inclusione, la socializzazione e la stimolazione cognitiva in modo informale e divertente, secondo metodologie definite in collaborazione con il Centro Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) dell’Azienda USL di Modena – Distretto di Sassuolo. 

Afferma Roberta Zanni, Assessore per Formigine Città inclusiva: “L’Officina della Memoria è un progetto reso possibile non solo dalla volontà dei soggetti deputati alla programmazione sociale e sociosanitaria locale, ma anche grazie all’impegno e alla disponibilità di tante associazioni di volontariato locali alle quali va la nostra riconoscenza. Un ringraziamento speciale va a Italgraniti Group SpA, il cui contributo è stato fondamentale per poter attivare questo servizio”.

Conclude Federica Ronchetti, direttrice Ausl, Distretto di Sassuolo: “Vorrei ringraziare tutti gli operatori che hanno lavorato al progetto a garanzia di un rafforzamento della rete di attività e servizi volti a prevenire il decadimento cognitivo; nello specifico l'attivazione di percorsi psico-sociali tempestivi e meno formali ma che forniscono un aiuto e una presa in carico per i cittadini più fragili all'interno di una Comunità Amica della Persona".

Per informazioni: 333/3298144.

archiviato sotto: