Accessibilità

Nuove disposizioni dal 18 maggio

Che cosa cambia dopo il “Decreto rilancio”

Dal 18 maggio, secondo quanto previsto dall’Ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna del 6 maggio e dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio:

Mascherine obbligatorie nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto, laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. 

  • 🚗è possibile muoversi in regioni diverse da quella di residenza per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o di necessità, muniti di autodichiarazione. Per gli spostamenti all’interno della propria regione, non è più necessaria l’autodichiarazione.

Modello di autodichiarazione

  • 🛒riaprono i negozi: distanziamento interpersonale di almeno 1 metro (eccetto tra persone conviventi). In caso di vendita di abbigliamento vanno previsti guanti monouso per la clientela e per i capi usati è obbligatoria l’igienizzazione.

  • 🍕 riaprono bar e ristoranti: distanziamento interpersonale di almeno 1 metro (eccetto tra persone conviventi). Se possibile, sistemazione all’aperto (dehors).

  • 🚴‍è possibile muoversi in ambito regionale per svolgere INDIVIDUALMENTE attività sportiva o motoria all'aperto (come per esempio ciclismo, corsa, caccia di selezione, pesca sportiva, tiro con l’arco, equitazione), sempre rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

  • 🎾 L’attività sportiva è consentita anche all’interno di strutture e circoli sportivi se svolta in spazi all’aperto, purché consentano il rispetto del distanziamento ed evitino il contatto fisico tra i singoli atleti. Resta sospesa ogni altra attività collegata all’utilizzo delle strutture in questione compreso quello di spogliatoi, palestre, piscine, luoghi di socializzazione.

  • ❌ Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture sociosanitarie residenziali per persone non autosufficienti. 

 

Parchi e ciclabili: riaprono ma non sono consentite le attività ludiche, non è concesso l’accesso alle aree attrezzate per i giochi (che sono recintate). Sono vietate le soste e gli assembramenti.

 

Cimiteri, funerali e cerimonie: riaprono nei consueti orari (7 – 19) e con le norme di distanziamento fisico. Sono consentiti i funerali, cui possono partecipare i congiunti per un massimo 15 persone. È stato siglato il Protocollo tra Cei e Governo italiano che permetterà la ripresa delle celebrazioni con il popolo.

 

Biblioteche:

Biblioteca Daria Bertolani Marchetti: lunedì ore 15.30 - 19
da martedì a venerdì ore 9 - 13 e 15.30 - 19
sabato 9 - 13 e 15.30 - 18

Biblioteca ragazzi Matilda: lunedì e mercoledì 15.30 - 18.30 
martedì, giovedì e venerdì 9 - 12 e 15.30 - 18.30
sabato 9 - 12 e 15.30 - 18

I MATERIALI DELLA BIBLIOTECA SONO SICURI 

  • sono stati isolati per 2 mesi;

  • tutti i materiali restituiti sono sanificati tramite “isolamento” di 10 giorni e igienizzazione della copertina;

  • i bibliotecari indossano la mascherina e i guanti, si lavano frequentemente le mani e mantengono la distanza di almeno 1,5 metri tra di loro e dagli utenti;

  • gli spazi frequentati dal pubblico sono igienizzati quotidianamente

È CONSIGLIATA LA MODALITÀ “TAKE AWAY”, OVVERO CON PRENOTAZIONE DEI DOCUMENTI (LIBRI/DVD/RIVISTE/AUDIOLIBRI) TRAMITE

  • BiblioMo (www.bibliomo.it);

  • Email (biblio.formigine@comune.formigine.mo.it);

  • Telefono (059 416246 e 059 416157 per biblioteca adulti, 059 416356 per biblioteca ragazzi).

I bibliotecari preparano i documenti e l’utente li può ritirare velocemente, in uno spazio dedicato.
Per chiedere
consulenze bibliografiche, telefonare o scrivere una email.
È attivo il
prestito a domicilio per gli over 65 e per chi non riesce a recarsi in biblioteca, residenti del Comune: i volontari dell’AGESCI consegneranno i documenti a casa.

NORME DI COMPORTAMENTO

  • indossare la mascherina;

  • in attesa del proprio turno di entrata, mantenere la distanza di almeno 1,5 metri dagli altri utenti;

  • prima di entrare, pulire le mani con il gel disinfettante a disposizione;

  • restituire i materiali nei contenitori appositamente indicati.

NON È CONSENTITO

  • leggere e studiare in biblioteca,

  • sfogliare i quotidiani e le riviste;

  • accedere direttamente agli scaffali della biblioteca ed entrare nelle sale;

  • utilizzare i computer della biblioteca per consultare il catalogo on line o per navigare in Internet;

  • venire in biblioteca con febbre, tosse o raffreddore o in caso di contatti con persone positive al virus negli ultimi 14 giorni.

 

Isole ecologiche: Sono riaperte negli orari consueti. Il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti torna pienamente operativo, è possibile chiedere un appuntamento attraverso i canali di contatto HERA Ritiro Ingombranti - 800 999 500.

 

In caso di sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5 gradi c’è il divieto di uscire. In questo caso, contattare:

  • medico/pediatra;

  • Ausl Modena 059.3963663 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20);

  • 800.033.033 regionale;

  • 1500 nazionale;

  • 118 in caso di emergenze.

 

Altri numeri utili

Consulenza psicologica

  • Ausl Modena 059.3963401 (attivo da lunedì a venerdì dalle 9 alle 17);

  • Volontarie psicologhe professioniste formiginesi 059 .416388 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 12). 

Prenotazione e distribuzione dei farmaci

Presso l'Ospedale di Sassuolo è possibile chiamare i numeri 0536 846989 / 0536 846208 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 16.00) o scrivere una email a distribuzionedirettasassuolo@ausl.mo.it, indicando sempre un recapito telefonico per essere ricontattati. Le terapie prenotate potranno essere ritirate dopo 2 giorni dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.00. Per informazioni sulla consegna dei farmaci a domicilio contattare il numero 0536 808784 o l'indirizzo email criperlepersone@crisassuolo.it.

La Croce Rossa Italiana, comitato di Sassuolo effettua la consegna a domicilio di spesa e farmaci. Per questo è attivo il numero 0536.808784.  

Spesa a domicilio

Effettuano servizio volontario di consegna spesa a domicilio la parrocchia di San Bartolomeo (059.558245), la parrocchia di San Martino di Corlo (338.1509833) e l’associazione Le Palafitte (339.8616558). Qui l’elenco dei negozi e degli esercizi pubblici che portano la spesa a casa.