Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Avvisi 2020 > Misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica

Misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica

Misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica
Proroga al 13 aprile 2020

Il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 1° aprile 2020 ha prorogato le misure di contenimento, già in vigore per tutto il Paese, fino al 13 aprile. L'ordinanza firmata dal ministro della Salute e dal presidente della Regione Emilia-Romagna il 3 aprile 2020 ha introdotto specifiche restrizioni valide per il territorio regionale fino al 13 aprile. #iorestoacasa 

Nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti

Continueranno a restare aperti:

  • tutti i supermercati e i negozi di generi di prima necessità (eccetto la domenica nella nostra Regione). Non c’è ragione di fare corse e code per gli acquisti;

  • farmacie e parafarmacie;

  • servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari;

  • tutti i servizi essenziali come i trasporti;

  • le attività accessorie e funzionali a quelle essenziali;

  • le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale;

  • al di fuori delle attività essenziali è consentito soltanto il lavoro in modalità smart working.

In Emilia-Romagna, l'ultima iniziativa finalizzata alla riduzione delle possibilità di contagio è del 18 marzo 2020. Con una apposita ordinanza del Presidente Bonaccini, fino al 13 aprile vengono chiusi parchi e giardini pubblici, le passeggiate sono consentite solo in prossimità della propria abitazione e l'uso della bici unicamente per lavoro e necessità reali. Fino al 13 aprile, è vietato il rientro al domicilio, abitazione o residenza se in un comune diverso da quello in cui ci si trova eccetto che per "esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute". Attivi i controlli da parte delle Forze dell'Ordine.

Alle persone con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5 gradi è fortemente raccomandato di rimanere al proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando:

  • medico/pediatra,

  • Ausl Modena 059.3963663 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20),

  • 800.033.033 regionale,

  • 1500 nazionale,

  • 118 in caso di emergenze,

  • Ausl Modena 059.3963401 (attivo da lunedì a venerdì dalle 9 alle 17) per consulenza psicologica.

La Croce Rossa Italiana, comitato di Sassuolo effettua la consegna a domicilio di spesa e farmaci; per questo è attivo il numero 0536.808784. Effettuano servizio volontario di consegna spesa a domicilio anche la parrocchia di San Bartolomeo (059.558245), la parrocchia di San Martino di Corlo (338.1509833) e l’associazione Le Palafitte (339.8616558). Qui l’elenco dei negozi e degli esercizi pubblici che portano la spesa a casa.

In linea con la richiesta del Governo, fino alla data di cessazione dell’emergenza, il lavoro agile costituisce la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa delle Pubbliche Amministrazioni. Gli Enti sono tenuti a limitare la presenza del personale per assicurare esclusivamente le attività indifferibili e che richiedono la presenza sul luogo di lavoro. Questo, soprattutto per limitare alle effettive necessità la mobilità dei cittadini. Qui, l’elenco dei numeri utili.

La Giunta comunale ha deliberato l’istituzione di un conto corrente dedicato per le donazioni ai cittadini in difficoltà economica, in aggiunta alle misure disposte dalla Protezione civile relative alla solidarietà alimentare. La donazione si può fare mediante bonifico sul conto corrente del Comune di Formigine (IBAN IT 13 O 02008 66780 000041064180, con la causale “Emergenza COVID-19”).

 

Qui le FAQ (Frequently Asked Questions) relative all'emergenza Covid-19: