Accessibilità

Aiuti per il commercio e gli esercizi pubblici

Ulteriori interventi a sostegno delle attività maggiormente interessate dalla crisi per circa 100mila euro, copertura della metà delle spese delle luminarie da parte del Comune, riattivazione della piattaforma “Formigine a domicilio”

Proroga del pagamento della tassa sui rifiuti, agevolazioni ed incentivi per le occupazioni di suolo pubblico, maggiore copertura della spesa per le luminarie natalizie, pubblicizzazione dei servizi di delivery e asporto: sono queste alcune delle misure messe in campo dall’Amministrazione comunale di Formigine per aiutare commercianti ed esercizi pubblici colpiti dalla crisi dovuta alle nuove misure per il contenimento dell’epidemia da Covid19.

Per quanto riguarda il pagamento della TARI (Tassa sui rifiuti) per le utenze non domestiche sospese a causa dell’emergenza sanitaria, la scadenza dell’ultima rata è stata prorogata al 18 gennaio 2021. Inoltre, l'Amministrazione sta programmando con la prossima variazione di bilancio del 26 novembre ulteriori interventi per contributi (imposta sulla pubblicità e TARI),  a favore delle utenze maggiormente colpite dalla crisi, per più di 70.000 euro.

Con il “Decreto Rilancio”, emanato dal Governo, erano state previste agevolazioni ed incentivi per le occupazioni di suolo pubblico, effettuate dai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti) con l’obiettivo di consentire il distanziamento fisico.

In particolare, fino al 31 dicembre 2020, i cosiddetti “dehors” degli esercizi pubblici possono usufruire gratuitamente del suolo pubblico, previa la compilazione del modulo che si può scaricare dal sito Internet del Comune (area tematica Servizi alle imprese) e la presentazione di una planimetria che descriva gli spazi richiesti.

In linea con la normativa governativa, e a seguito di una specifica delibera del Consiglio Comunale del 25 giugno anche le attività artigianali alimentari con il consumo sul posto e le attività di commercio al dettaglio possono inoltrare all’ufficio competente la medesima richiesta di occupazione gratuita del suolo pubblico antistante la propria attività.

A questi sgravi fiscali, si aggiunge la riduzione per l’anno 2020 del 25% del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche dovuto dai titolari dei posteggi del mercato su base annua. Ulteriore abbattimento della Cosap per circa 25.000 euro a favore dei titolari dei posteggi del mercato e spuntisti, dopo la variazione di bilancio del 26 novembre.

In previsione del periodo natalizio, l’Amministrazione comunale di Formigine ha poi deciso di aumentare il supporto per il pagamento delle luminarie in centro storico e nelle frazioni, raggiungendo il 50% della spesa.

Attraverso tutti i canali di comunicazione del Comune di Formigine, sarà poi promosso il portale “Formigine a domicilio”, che riunisce le attività che offrono asporto e soprattutto delivery. I titolari delle attività che intendono promuovere questi servizi, possono contattare direttamente il gestore del portale per essere inseriti nell’elenco. 

“In questi giorni di rinnovata criticità – afferma l’Assessore alle Attività produttive Corrado Bizzini – abbiamo attivato un confronto costante con i commercianti e le associazioni di categoria, che ci ha portato a fornire risposte immediate. Di prossima attivazione, un’app per gestire al meglio gli ordini per le consegne a domicilio”.   

 

 

archiviato sotto: