Accessibilità

Per l’estate 2019 via a 20 centri estivi

Quattordici quelli che partecipano al “Progetto conciliazione”

Sono venti i centri estivi che verranno attivati nel territorio comunale di Formigine per l'estate 2019. Un'offerta particolarmente ampia, resa possibile dalla rete di soggetti che collaborano con l'Amministrazione comunale tra istituzioni educative private, parrocchie, cooperative sociali, associazioni sportive e culturali. Dei centri estivi formiginesi sono quattordici, dei 33 complessivi in tutto il distretto, a rientrare nel "Progetto per la conciliazione vita-lavoro" della Regione Emilia Romagna, cui ha aderito il Comune di Formigine anche per il 2019, progetto che prevede un sostegno economico, proprio per la frequenza dei centri estivi attivati sul territorio, da destinare alle famiglie di bambini e ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni, nati quindi dal 2006 al 2016. Nell'apposita sezione del sito del Comune di Formigine si trovano tutte le informazioni e i requisiti per partecipare al bando, aperto per le famiglie fino a venerdì 31 maggio. Come lo scorso anno le iscrizioni saranno on line, mediante la compilazione di un form nell'apposita sezione dello stesso sito (Servizi online/Contributo regionale centri estivi - Estate 2019). In questi giorni le famiglie riceveranno tramite le scuole volantini dedicati ai centri estivi, in modo da poter visionare l'offerta completa e per quali centri estivi si può richiedere il contributo per la frequenza, pari a 84 euro settimanali (erano 70 nel 2018) per un massimo di quattro settimane, una in più rispetto all'anno scorso. Il contributo totale riconoscibile non potrà comunque essere superiore al costo totale di iscrizione/frequenza per il numero complessivo di settimane. Il contributo, che non copre eventuali quote aggiuntive non comprese nella retta di frequenza/iscrizione, come quelle per pasti, gite, tesseramenti e prolungamento orario, sarà erogato ai beneficiari, successivamente alla chiusura dei Centri Estivi, a titolo di rimborso della spesa effettivamente sostenuta e a fronte della consegna della relativa documentazione attestante la frequenza del centro estivo e il pagamento della retta.