Accessibilità

Un percorso di formazione per le associazioni

Il Comune di Formigine affianca i volontari nell’organizzazione degli eventi, anche alla luce delle norme introdotte dalla circolare ministeriale sulla sicurezza nelle manifestazioni pubbliche

associazioni1.jpgA Formigine, sono 107 le associazioni iscritte nei Registri comunali delle Associazioni di promozione sociale e di volontariato. Di queste, molte s’impegnano annualmente in centinaia di eventi, ad esempio le sagre che con l’inizio della bella stagione si terranno in tutte le frazioni; oppure, manifestazioni di ampio respiro che richiamano in città migliaia di cittadini e turisti come i Ludi di san Bartolomeo o il Carnevale, solo per citarne alcune.

L’Amministrazione comunale di Formigine è sempre al fianco dei volontari, attraverso gli uffici competenti, che hanno il compito di affiancarli nello svolgimento delle loro attività, secondo il principio di sussidiarietà.

Lo scorso 4 aprile, è stato organizzato un incontro di approfondimento e formazione sulle norme introdotte dalla circolare ministeriale sulla sicurezza nelle manifestazioni pubbliche (“Gabrielli”). Come ormai noto, infatti, dopo le vicende di piazza San Carlo a Torino durante la finale di Champions League, nel giugno scorso il capo della Polizia Franco Gabrielli ha emanato una circolare che impone maggiori misure di sicurezza durante gli eventi. Durante l'incontro, sono state illustrate le linee guida per la redazione del piano della sicurezza delle iniziative e la nuova modulistica atta a guidare il percorso amministrativo.

Le misure previste dalla circolare ministeriale hanno lo scopo di prevenire qualsiasi incidente; a tal fine, la normativa definisce chiaramente due tipi d’interventi: quelli strutturali, denominati “safety” (di cui sono responsabili Comune, Vigili del fuoco, soccorsi, Polizia municipale, Prefetture, organizzatori privati) e i servizi di ordine e sicurezza pubblica, chiamati “security”, affidati a Polizia e Carabinieri sotto la responsabilità del Questore.

Inoltre, 18 rappresentanti delle associazioni del territorio, oltre ad alcuni dipendenti comunali, stanno seguendo il corso per “Addetto Antincendio Rischio Elevato”, tenuto dal personale tecnico del comando dei Vigili del Fuoco di Modena. Il percorso di formazione e di confronto con i volontari non si ferma qui, ma continua in occasione delle riunioni dei direttivi, alle quali sarà presente anche il Sindaco Maria Costi.

“Garantire ai cittadini una partecipazione in tutta sicurezza agli eventi richiede un impegno continuo delle istituzioni e degli organizzatori, oltre alla capacità da parte di tutti di adattarsi – afferma il Sindaco – Ringrazio tutti i volontari per il senso di responsabilità che ancora una volta hanno dimostrato, cogliendo numerosi l’opportunità di formazione offerta dal Comune”.