Accessibilità

L'Arma dei Carabinieri incontra gli studenti

La lezione del capitano Picciolo, tenuta lo scorso 22 aprile, rientra in un ampio progetto sulla legalità

CarabinieriSi è svolto sabato 22 aprile, presso la polisportiva formiginese, l'incontro tra i rappresentanti dell'Arma dei Carabinieri e gli studenti della Scuola secondaria di primo grado A. Fiori.
La lezione è stata tenuta dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sassuolo Capitano Fabrizio Picciolo, all'interno di un progetto sulla legalità portato avanti dalla direzione scolastica e patrocinato dal Comune di Formigine.
Il Capitano Picciolo ha sottolineato come molte di quelle che i ragazzi considerano semplici "bravate" costituiscano veri e propri reati. L'esortazione, quindi, è stata quella a riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni, nel contesto più ampio del rispetto delle regole e di un'attività di prevenzione.
Nell'ambito dello stesso progetto, si è parlato anche di cyberbullismo: le nuove tecnologie consentono infatti ai bulli di infiltrarsi nelle case e nella vita delle vittime, di materializzarsi in ogni momento, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite diversi device, o pubblicati sui siti web tramite Internet. Occorre dunque che i ragazzi acquisiscano, sin dai banchi di scuola, strumenti adeguati per il corretto utilizzo di social network e web.
Lo stesso 22 aprile gli studenti hanno partecipato all'intitolazione di Via Pio La Torre, approfondendo la figura del politico ucciso per il suo impegno contro la mafia.
L'intento è quello di trasmettere ai ragazzi i valori della responsabilità, affinché essi stessi possano contribuire ad una società più giusta, divenendo punti di riferimento per la lotta alla criminalità organizzata e per il sano sviluppo del proprio territorio.
Queste attività hanno suscitato particolare interesse nei ragazzi, che hanno formulato numerose domande sugli argomenti trattati e hanno potuto percepire la vicinanza dell'Arma dei Carabinieri alla società civile e, in particolare, al mondo giovanile.
L'auspicio dell'Amministrazione comunale è quello di poter contribuire alla realizzazione di altre iniziative simili, volte a rendere anche i più giovani cittadini attivi, agenti di cambiamento e diffusione di legalità e coscienza civile.