Accessibilità

86 luoghi sensibili per il gioco d’azzardo

È stata effettuata la mappatura. Il secondo step prevede di verificare che i luoghi sensibili siano ad almeno 500 metri di distanza da sale con apparecchi per il gioco d’azzardo

Corrado BizziniIl Comune di Formigine ha effettuato la mappatura dei luoghi sensibili per il gioco d’azzardo, in applicazione della legge regionale per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico.

Sono in totale 86 questi luoghi, così suddivisi: 17 istituti scolastici di ogni ordine e grado; 12 luoghi di culto; 35 impianti sportivi; 13 strutture residenziali e semiresidenziali in ambito sanitario o sociosanitario; 9 luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

Il secondo step prevede di verificare che i luoghi sensibili siano ad almeno 500 metri di distanza da sale giochi e sale scommesse. In caso contrario, Il Comune dovrà comunicare ai titolari di attività commerciali che detengono apparecchi per il gioco d’azzardo il divieto di aprire nuovi esercizi, di rinnovare le concessioni in essere o di sublocare i contratti, oltre all’obbligo di indicare sugli apparecchi la data di scadenza dei contratti. Alle sale gioco e alle sale scommesse che non rispettano la distanza dei 500 metri dai luoghi sensibili, verrà invece comunicato un provvedimento di chiusura entro il termine dei sei mesi. Questo termine potrà essere prorogato di altri sei mesi se i titolari dimostreranno la volontà di delocalizzare l’attività.

Afferma l’Assessore alle Attività produttive Corrado Bizzini: “Questa mappatura va ad aggiungersi a un percorso che ci impegna con molte e diversificate azioni sul fronte della lotta all’azzardopatia. Stiamo lavorando di concerto con gli altri Comuni del distretto ceramico, in una sinergia che sta dando buoni risultati. Ringrazio i tecnici comunali per l’intenso lavoro svolto”.