Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Avvisi 2016 > Inaugurata la semiresidenza per minori di neuropsichiatria dell'infanzia ed adolescenza

Inaugurata la semiresidenza per minori di neuropsichiatria dell'infanzia ed adolescenza

Autorità e tanti cittadini per il taglio del nastro della struttura denominata "La limonaia"

taglio nastro limonaiaCerimonia inaugurale e taglio del nastro della Semiresidenza di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza di Formigine, la struttura di via Giardini Nord denominata “La limonaia” in ragione della sua funzione storica, che verrà gestita direttamente dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Modena ed accoglierà minori tra gli 11 e i 17 anni che presentano difficoltà nelle aree delle autonomie, delle relazioni, delle competenze cognitive e sociali. Il centro sarà attivo dal lunedì al venerdì, e vi lavoreranno diverse figure professionali: neuropsichiatra, psicologo, educatore, logopedista, terapista della riabilitazione psichiatrica. 
La ristrutturazione del fabbricato, già sede degli Alpini di Formigine e dichiarato inagibile qualche anno fa a causa di un incendio, è stata possibile grazie anche da un importante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena (circa 200.000 euro). 
“Con questa opera - ha detto con visibile emozione il Sindaco Maria Costi - si completa il Polo Socio-Sanitario di Villa Sabbatini dove già oggi sono presenti un centro diurno socio-riabilitativo per disabili, la sede dei volontari dell’AVAP e la Residenza Sanitaria Assistita per anziani non autosufficienti Opera Pia Castiglioni. Sono strutture finalizzate ad offrire un servizio altamente qualificato che pone Formigine e tutto il Distretto tra i territori di eccellenza nel settore socio-assistenziale”. 
“Da oggi Formigine ha un luogo in più dove vengono garantiti importanti servizi alla comunità con professionalità e passione - ha aggiunto l’assessore regionale alle Politiche per la Salute Sergio Venturi - per questo sono molto contento di portare il saluto della Regione. Questo edificio è un altro tassello che accresce la nostra sanità, sulla quale bisogna continuare ad investire perché tutti noi la consideriamo una priorità assoluta”. 
“E’ fondamentale costruire solidarietà e comunità intorno ai temi della salute - ha sottolineato il Direttore generale dell’Azienda USL Massimo Annicchiarico - Formigine lo ha fatto con questa bella struttura che coinvolge tutti gli attori della realtà sociale e sanitaria. Noi, con spirito di servizio, proseguiremo qui il nostro lavoro con i tecnici e gli operatori che ringrazio per l’impegno e la competenza”. 
"La realizzazione di questa semiresidenza - ha aggiunto il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Paolo Cavicchioli - rientra tra i progetti rivolti al sociale che la Fondazione sostiene con orgoglio e che, come in questo caso, testimoniano un forte sentimento di attenzione al territorio”. 
“Lavorando insieme - ha concluso l’Assessore alle politiche sociali dell’Unione dei Comuni del Distretto ceramico Francesco Tosi - i Comuni del Distretto e gli altri enti coinvolti nella realizzazione di questa struttura hanno dimostrato ancora una volta l’attenzione alle fasce più deboli della comunità”.