Accessibilità

Formigine contro il gioco d'azzardo

Il Consiglio Comunale approva all’unanimità due documenti presentati dal Partito Democratico e dal Movimento 5 Stelle

consiglioLa lotta al gioco d’azzardo è stato il tema al centro della seduta del Consiglio comunale che si è tenuta ieri sera al Castello. I lavori si sono aperti con un intervento del presidente Elisa Parenti, a nome di tutto il Consiglio, che ha stimolato i presenti ad un momento di riflessione sulla Giornata della Memoria e sulla Giornata del Ricordo, al quale è seguito un minuto di silenzio. Sono poi state discusse le interpellanze presentate dal Movimento 5 Stelle sull’accesso ai fondi statali 8 per 1000 da destinare all’edilizia scolastica e sulle strategie dell’Amministrazione in previsione dell’Expo per intercettare visitatori. In merito alla prima interpellanza, il Vicesindaco Antonietta Vastola ha comunicato che è stata inoltrata domanda di ammissione a contributo per un progetto di manutenzione straordinaria della copertura della scuola primaria Ferrari, ma che ad oggi non si conosce ancora se è stata accolta. Sulla seconda, l’Assessore Corrado Bizzini ha spiegato che il Comune sta lavorando su una serie di iniziative coordinate allo scopo di valorizzare il territorio facendo conoscere le realtà culturali, produttive ed enogastronomiche formiginesi. Sempre l’Assessore Bizzini ha poi risposto all’interrogazione del consigliere di maggioranza Pietro Ghinelli sul progetto dei centri commerciali naturali per il quale verrà istituito un tavolo unico di coordinamento al quale parteciperanno Comune, associazioni di categoria, commercianti e enti di promozione locale, per sperimentare un nuovo modello di governance del centro storico in una logica di collaborazione pubblico-privato. E’ stato anche approvato all’unanimità il protocollo d’intesa tra i comuni di Formigine, Fiorano, Maranello e Sassuolo per la gestione coordinata di azioni in materia di pari opportunità. 
A seguire, sono stati approvati all’unanimità i testi emendati dell’ordine del giorno sulle misure di prevenzione e contrasto all’abuso del gioco d’azzardo presentato dal consigliere Nicola Benassi (Pd) e della mozione sul regolamento e il contrasto all’abuso compulsivo delle slot-machine presentato dal consigliere Alessia Nizzoli (Movimento 5 Stelle). Con questo voto, tutto il Consiglio ha voluto testimoniare il suo forte impegno nei confronti di un fenomeno sociale sempre più preoccupante: da un lato, si impegnano il Sindaco e la Giunta a perseverare nell’applicazione di quanto già intrapreso e approvato nel precedente mandato elettorale amministrativo; a potenziare i progetti del Comune mirati alla prevenzione e al contrasto delle dipendenze e alla promozione della legalità rivolti al mondo della scuola, a quello giovanile e a quello degli adulti; a fare espresso divieto, se consentito dalla legge, per i titolari di sale giochi di pubblicizzare l’attività all’esterno del locale con insegne, cartelli o altro, utilizzando il termine “casinò”, “slot machine” o termini che richiamino i giochi d’azzardo, in quanto ne favoriscano esplicitamente la conoscenza e la fruizione da parte dei cittadini; ad esortare i titolari di sale giochi all’apposizione agli ingressi e all’interno dei locali, secondo le indicazioni fornite, di locandine/manifesti che indichino la pericolosità di assuefazione e abuso e alcuni numeri di pubblica utilità relativi alla problematica del gioco d’azzardo patologico; all’adesione al “Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”. Dall’altro, di intraprendere un percorso informativo, perciò preventivo, rivolto a tutta la cittadinanza attuare forme di disincentivazione dell’utilizzo delle slot machine negli esercizi pubblici presenti sul territorio attraverso il rilascio di adesivi identificativi per i locali che aderiranno a questa iniziativa e, se possibile, dci inserire su ogni macchinetta un adesivo ben visibile che avverta la clientela del potenziale pericolo. 
Infine, sono state respinte le mozioni presentate dal Movimento 5 Stelle sul progetto didattico “Dea Minerva”; sull’assenso per l’indicazione alla donazione organi sulla carta d’identità, tema sul quale la Giunta comunale ha già deliberato favorevolmente nella seduta dello scorso 22 gennaio 2015; sull’istituzione del registro delle unioni civili, argomento per il quale è in pieno svolgimento un percorso che sta coinvolgendo tutte le forze politiche, e sul fondo fughe acqua Hera.