Accessibilità

Testamento biologico

Un convegno, al castello di Formigine, tratterà i diversi aspetti della nuova normativa

Martedì 26 giugno, alle ore 20.30 presso la sala consiliare del castello di Formigine, si terrà un incontro su un tema al centro del dibattito pubblico: l'applicazione normativa del "testamento biologico".

Alla presenza del sindaco di Formigine Maria Costi e del direttore del distretto di Sassuolo dell’Azienda USL Federica Ronchetti, i relatori faranno luce sulle Direttive Anticipate di Trattamento (DAT), ovvero su ciò che la nuova legge prevede circa la possibilità, per ogni persona, di esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto su accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche e  singoli trattamenti sanitari.

Cinzia Zanoli, direttore socio sanitario dell’Azienda USL di Modena, affronterà il tema specifico del consenso informato; a seguire Roberto Masoni, giudice del Tribunale di Modena, spiegherà la recente formulazione normativa e don Gabriele Semprebon, professore di Etica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, parlerà degli aspetti etici. Infine, Paolo Vacondio illustrerà il programma sulle cure palliative, di cui è responsabile presso l’Azienda Usl di Modena.

archiviato sotto: