Accessibilità

Presto la prima comunità energetica a Formigine

Il Comune impegnato in diverse azioni per l’efficientamento dei consumi

Rendering palestra MagretaDopo il consistente progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica attraverso l’Energy Performance Contract (EPC) in oltre 6mila punti luce comunali e la sostituzione dei corpi illuminanti tradizionali con nuove lampade LED a basso consumo energetico in molte strutture pubbliche del territorio (scuole, uffici, ecc), l’Amministrazione comunale di Formigine punta ancora sull’efficientamento energetico. In particolare, si sta elaborando un Piano articolato in più azioni finalizzato a produrre già nel breve periodo importanti effetti sul  miglioramento energetico. Tra queste azioni rientrano la sostituzione di alcune centrali termiche in tre plessi scolastici (don Mazzoni di Corlo, Fiori e don Milani di Casinalbo), un importante intervento sull’impianto sportivo per il gioco del tennis in viale dello Sport che sarà attuato mediante il rifacimento delle strutture pressostatiche e dei relativi impianti, e la palestra Ferraguti di Magreta che verrà completamente rivestita di pannelli coibentanti. Ma non solo. È allo studio la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico di alcune centinaia di kilowatt di potenza, da realizzarsi sulla copertura di alcuni edifici pubblici di Formigine, che verrà destinato in parte all’autoconsumo e in parte alla condivisione nell’ambito di progetti di costituzione di comunità energetiche. Con le importanti novità introdotte a livello nazionale in merito alle nuove forme di autoconsumo di energia derivante da fonti rinnovabili, gli Enti locali sono chiamati a svolgere un ruolo promotore e di supporto all’aggregazione e creazione delle comunità energetiche, ovvero un soggetto giuridico destinato a svolgere attività di produzione, vendita, autoconsumo  dell’energia derivante da impianti di produzione da fonti rinnovabili. In sostanza, contemporaneamente alla realizzazione del nuovo impianto, il Comune attraverso una procedura ad evidenza pubblica, attiverà gruppi di cittadini che intendano fruire della produzione e gestione condivisa dell’energia elettrica generata dall’impianto, con evidenti benefici in termini di risparmio e di minori emissioni di CO2. “Quella energetica è la sfida del futuro. Crediamo che l’esempio che deriva dai comuni di media dimensione come Formigine possa essere trainante per lo sviluppo di forme alternative e più efficienti per la produzione di energia” è il commento dell’Amministrazione comunale.

archiviato sotto: