Accessibilità

Proroga delle agevolazioni per il servizio idrico

Possono essere richieste fino al 28 febbraio 2015 dai titolari di utenza idrica che abbiano valori ISEE inferiori o uguali a 10.000 euro

municipioE’ stato prorogato fino a sabato 28 febbraio il termine entro il quale è possibile fare richiesta di contributo per il pagamento della tariffa del servizio idrico integrato relativa all’anno 2014. Le agevolazioni previste dal nuovo regolamento 2014 emanato da Atersir, l’agenzia territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici e rifiuti, verranno accordate ai nuclei familiari, composti anche da un’unica persona, con reddito ISEE inferiore o uguale a 10.000 euro. 
Si ricorda che i beneficiari possono essere sia utenti domestici diretti (titolari di un contratto di fornitura) sia utenti domestici indiretti (forniture condominiali o comunque plurime con un unico contattore centralizzato). In particolare, le agevolazioni prevedono nella misura massima: un contributo annuale di 60 euro per ogni componente del nucleo familiare con reddito ISEE annuo inferiore o uguale a 2.500 euro (fino a un massimo di 8 componenti); un contributo annuale di 30 euro per ogni componente del nucleo familiare con reddito ISEE annuo superiore a 2.500 euro ed inferiore o uguale a 10.000 euro (fino a un massimo di 8 componenti). Il bonus idrico rientra nelle azioni anticrisi che vengono messe in campo per fornire risposte concrete ai cittadini e alle famiglie in un periodo di grandi difficoltà economiche. 
La domanda può essere presentata all'Ufficio Relazioni col Pubblico (URP) del nostro Comune dall'intestatario dell’utenza o da altra persona del nucleo famigliare, compilando l'apposito modulo e allegando l'attestazione ISEE compilata secondo le nuove disposizioni normative, presso i CAAF del territorio, copia di un documento di identità e una bolletta per ogni anno. Il riconoscimento delle agevolazioni avverrà nel 2015, direttamente a cura del gestore del servizio idrico integrato attraverso una deduzione dalla bolletta di fornitura dell’acqua. 
Per ulteriori informazioni: URP (tel. 059 416333).