Accessibilità

Formigine al corteo di LIbera

Piccoli e grandi gesti per promuovere la cultura della legalità

corteo di LIberaIl Sindaco di Formigine Maria Costi, il Vicesindaco Antonietta Vastola, gli assessori Simona Sarracino e Giorgia Bartoli e alcuni rappresentanti del Consiglio comunale hanno partecipato al corteo di Libera che si è tenuto a Bologna per ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie: circa 900 nomi di semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell'ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.
“Il tema della legalità - afferma il Sindaco Costi - mi sta particolarmente a cuore. Ho appena partecipato all’assemblea nazionale di Avviso pubblico, al quale ci siamo associati per avere più strumenti nel promuovere la cultura della legalità nella politica e nelle comunità che amministriamo. Il valore della legalità, infatti, emerge attraverso grandi manifestazioni, come quella di Bologna, ma soprattutto dall’impegno e dall’attenzione quotidiani”. 
Piccoli-grandi gesti quotidiani come quello del consumo nelle scuole del territorio della pasta di semola biologica delle cooperative sociali che aderiscono a Libera Terra. “Sono sette anni che, in occasione della giornata nazionale in ricordo delle vittime delle mafie -sottolinea il Vicesindaco con delega alle politiche scolatiche Vastola - distribuiamo nelle scuole i prodotti di un circuito economico sano e virtuoso nato dalla coltivazione di terre confiscate ai boss della mafia. È un modo per introdurre anche ai bambini temi importanti e, attraverso di loro, arrivare alle famiglie”.
Presto, dall’8 al 12 aprile, tutto il distretto ceramico sarà coinvolto nella rassegna “Generazione legale”, che prevede numerose iniziative sulla legalità.