Accessibilità

Un progetto di rigenerazione dei centri storici

Costituito un tavolo unico di coordinamento tra Amministrazione, associazioni e commercianti per favorire il dialogo e la condivisione di obiettivi comuni

centroAmmonta a 60.000 euro il contributo regionale ai sensi della L.R. 41/97, assegnato al Comune di Formigine per il progetto sperimentale di valorizzazione e gestione condivisa del centri storici del territorio comunale, denominato “Naturalmente a Formigine”. Un budget che permetterà, insieme ad altre risorse dell’Amministrazione, di sviluppare una serie di interventi da definire con i diversi attori che, a vario titolo, possono interagire per la realizzazione del progetto. Sarà operativo già da gennaio un Tavolo Unico di Coordinamento, una sorta di “cabina di regia” nata dalla sottoscrizione della convenzione tra il Comune e le Associazioni di Categoria (Ascom Confcommercio, Cna, Lapam e Confesercenti) e che sarà costituito anche dai rappresentanti dell’associazione dei commercianti Proform, delle altre associazioni locali, tra le quali la Pro Loco, e dai cittadini in rappresentanza delle diverse frazioni del territorio. 
“Siamo molto soddisfatti di avere partecipato a questo progetto e di avere ricevuto questo contributo dalla Regione che ci consentirà di strutturare un piano di intervento per la rigenerazione dei centri storici - spiega l’Assessore alle Attività produttive Corrado Bizzini - Il nostro obiettivo è avviare una strategia per creare “sistema”, una nuova forma di collaborazione tra imprese, associazioni e Amministrazione comunale per favorire il dialogo, la condivisione di obiettivi comuni e il coordinamento di politiche ed eventi. Nello specifico, una governance condivisa con una serie di soggetti che diventano attivi per trasformare le diverse identità in un sistema unico”. 
Tra le peculiarità del progetto rientrano corsi di formazione che saranno realizzati dalle associazioni di categoria, sulle politiche di marketing territoriale, sul turismo, sulla comunicazione e sullo studio della lingua inglese. Sarà inoltre pubblicato un bando per giovani start-up da insediarsi nei centri storici e sono previsti contributi a favore di operatori economici privati. Così come, sono programmati interventi di micro-riqualificazione urbana per migliorare l’attrattività e l’offerta commerciale attraverso sinergie con i produttori locali e il sistema turistico provinciale e distrettuale.