Accessibilità

Aree PEEP in diritto di superficie e di proprietà: riscatti

Se desideri convertire il diritto di superficie in piena proprietà o modificare i vincoli relativi alla vendita e locazione degli alloggi ceduti in proprietà devi versare al Comune un corrispettivo di riscatto parziale ed eventualmente sottoscrivere un'apposita convenzione. In questo caso, con la nuova convenzione, ti impegni a vendere e affittare l'immobile a prezzi determinati dal Comune. Alla scadenza della nuova convenzione, non esistono più vincoli di nessun tipo sulla proprietà della casa.

Cos'è
Requisiti e dettagli

E' possibile, versando un corrispettivo al Comune e stipulando un apposito contratto, in base alle diverse tipologie degli immobili realizzati su aree PEEP:
a) trasformare in piena proprietà il diritto di superficie relativo ad immobili PEEP concessi per 99 anni, senza vincoli residui sul prezzo di vendita e canoni di locazione;
b) sostituire le convenzioni relative ad immobili PEEP concessi in diritto di proprietà, stipulando una nuova convenzione con vincoli residui sul prezzo di vendita e canoni di locazione, fino al trentesimo anno dalla data della convenzione originaria stipulata tra Comune e costruttore dell'immobile.

Occorre presentare allegata alla richiesta copia del rogito di acquisto o dell'atto di assegnazione e della tabella millesimale dell'immobile.

 

Se vuoi affittare o vendere il tuo immobile PEEP devi chiedere l'autorizzazione.

 

Modalità di richiesta
P.E.C. (Posta Elettronica Certificata); Modulo da compilare e consegnare a sportello; Posta cartacea
Modalità di erogazione / Canali
P.E.C. (Posta Elettronica Certificata); Consegna documento a sportello; Invio documento con posta cartacea
Tempi e costi
Costi a carico del cittadino / impresa

Corrispettivo calcolato in base alla Legge n.448/1998 ed alle deliberazioni di Consiglio Comunale nn.47/2002 e 74/2002. 
Spese relative alla stipula delle nuova convenzione (imposte di bollo e di registro, diritti di segreteria, parcella notarile nel caso di stipula a cura di Notaio scelto dai richiedenti)

Scadenza / Periodicità / Frequenza

 

Tempi del procedimento

Comunicazione del corrispettivo: entro 30 giorni dalla richiesta, salvo esigenze istruttorie; 
- emanazione della determinazione dirigenziale: entro 30 giorni dall'accettazione; 
- stipula della nuova convenzione: entro 60 giorni dall'esecutività della determinazione dirigenziale, salvo esigenze istruttorie e le necessarie verifiche catastali e presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari.

Silenzio assenso / rifiuto

In caso di mancata accettazione entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione del corrispettivo il procedimento sarà archiviato.

Responsabili e strumenti di tutela
Unità organizzativa responsabile istruttoria
Espropriazioni, Toponomastica, Edilizia Convenzionata
Referente principale da contattare
Sauro Manfredini
Responsabile procedimento
Pier Giulio Maletti
Responsabile provvedimento
Alessandro Malavolti
Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo
Segretario comunale
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

 

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:
60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

 

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione
L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

 

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi
L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

 

Strumenti di tutela amministrativa

Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

Ufficio al quale rivolgersi

Espropriazioni, Toponomastica ed Edilizia convenzionata

Responsabile: Pier Giulio Maletti

Contatti

Telefono: 059 416 315
Email: s_manfredini@comune.formigine.mo.it
PEC: area3@cert.comune.formigine.mo.it

Orari

L'ufficio riceve le telefonate dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Riceve i cittadini e i tecnici con appuntamento fissato telefonicamente.

Sede

Via Unità d'Italia, 26
41043 Formigine

 

Avvisi recenti
28.09.2018

Report del Consiglio Comunale del 27 settembre

Ambiente e territorio al centro di diverse delle delibere approvate

07.08.2018

Ex Ginzburg: in vendita il terreno

Con il ricavato saranno finanziate le manutenzioni di strade e fabbricati

31.07.2018

Pubblicato il bando ERS di via San Giacomo

Garanzie tecniche oltre a prezzi di acquisto e vendita i criteri di assegnazione

Vedi tutti gli avvisi