Accessibilità

Mi muovo elettrico

Mi Muovo elettrico è il piano regionale per lo sviluppo della mobilità elettrica che nasce per realizzare un approccio integrato, su scala regionale, volto a garantire l’interoperabilità della rete di ricarica e a ridurre l'impatto esercitato dal settore dei trasporti sull’inquinamento atmosferico e sull’aumento delle emissioni di gas serra.

Mi Muovo Elettrico quindi non ragiona solo in termini di mobilità elettrica per singola città, ma estende il tutto a una dimensione regionale. Infatti, considerando le autonomie dei nuovi veicoli elettrici (superiori ai 120 km), è possibile pensare anche a una mobilità extraurbana. Per questo motivo la Regione Emilia Romagna ha stretto importanti accordi con i principali distributori di energia elettrica (Enel, Hera e Iren) e con i principali Comuni, creando così una innovativa infrastruttura di ricarica operativa in tutte le province.
L’interoperabilità della rete è la possibilità di un utente di ricaricare la propria auto presso punti di ricarica di distributori diversi. La Regione Emilia Romagna ha invitato i distributori di energia elettrica a trovare un accordo in questo senso: i distributori, seppur concorrenti, hanno deciso di dotarsi della medesima tecnologia che, grazie a specifici software, consente di accreditare i consumi sul singolo cliente, a prescindere dall’energy provider.

Il piano è integrato con la smart card Mi Muovo che a breve consentirà l’utilizzo di tutti i servizi legati alla mobilità nell’intera regione. Con la stessa tessera sarà quindi possibile prendere autobus e treni in città diverse, utilizzare il bike sharing, il car sharing, ricaricare l’auto e usufruire di tutti i servizi legati alla mobilità che verranno progressivamente attivati sul territorio regionale.
Per rendere la mobilità elettrica ancora più sostenibile la Regione Emilia Romagna ha richiesto che i distributori forniscano solo energia proveniente da fonti rinnovabili. Si può dire che in Emilia Romagna la mobilità elettrica è a zero emissioni.
I distributori si sono fatti carico dello sviluppo dei progetti pilota, il cui costo non grava quindi sulle pubbliche amministrazioni.
La Regione Emilia Romagna inoltre, in collaborazione con i Comuni, ha sottoscritto un accordo per armonizzare le regole di accesso e sosta alla Ztl per i veicoli elettrici.

Il Comune di Formigine ha stabilito che i veicoli a trazione esclusivamente elettrica, esponendo l'apposito contrassegno, possono sostare senza limiti di tempo sugli spazi ed aree ove la sosta è consentita per un tempo limitato ("a disco orario"); tale sosta in deroga ai limiti di tempo, non si applica ai veicoli "ibridi in parallelo" e a tutti quei veicoli in cui, oltre al motore elettrico, sia presente anche un motore a combustione interna a supporto della trazione e/o della ricarica della batteria.

Come funziona

Il proprietario di un'auto elettrica stipula sul libero mercato un contratto per la fornitura di energia con un Energy Vendor a sua scelta e riceve una card che gli consente l'accesso alle colonnine. Grazie all'interoperabilità potrà ricaricare il proprio veicolo indifferentemente alle colonnine installate su rete Enel, o su rete Hera o su rete Iren. La ricarica completa a 3 kW del veicolo avviene in circa 6/8 ore.

Il sistema EMM registra i dati relativi a ciascuna ricarica effettuata dal cliente, sia che essa avvenga su infrastrutture di ricarica connesse alla rete di Enel Distribuzione che alla rete di Hera o di Iren. Invia, quindi, al sistema informatico di ciascuna delle tre società i dati relativi ai prelievi avvenuti sulle loro infrastrutture.
I sistemi preposti al vettoriamento in Hera, in Iren e in Enel Distribuzione inviano all'Energy Trader con cui il cliente ha stipulato il contratto, i dati necessari alla fatturazione, consentendo l'invio al cliente della relativa bolletta, eventualmente corredata con i dati di dettaglio di tutte le ricariche effettuate, luogo, data, ora, prelievo.
I cittadini potranno anche avvalersi del servizio di ricarica utilizzando la card "Mi muovo" predisposta dalla Regione Emilia Romagna per tutti i trasporti pubblici - urbani e regionali - e per il bike sharing regionale.

In altri termini: le colonnine di ricarica Enel, Hera e Iren saranno in grado di "leggere" la card "Mi muovo", sulla quale il cliente avrà "caricato "il suo contratto di fornitura di energia per il veicolo elettrico." per maggiori informazioni su promozioni o condizioni di vendita consultare il direttamente il gestore.
Per ulteriori informazioni

Avvisi recenti
03.08.2021

Ordinanza per la limitazione all'uso dell'acqua del pubblico acquedotto

Valida dall'1 agosto fino al 30 settembre 2021

06.04.2021

Controlli ambientali delle GEV

Oltre 1300 ore di servizio nei primi tre mesi dell'anno su controllo rifiuti, parchi, pandemia, vigilanza venatoria. A breve previste anche nuove attività di controllo sui casolari abbandonati

01.09.2020

Al via la manutenzione dei giochi nei parchi

Domenica, apertura del 70° parco del territorio, quello di via Monza a Casinalbo, che accoglie un campo da green volley

Vedi tutti gli avvisi